Salta al contenuto principale
x

Alla scoperta dell'oro rosso

Dal campo alla tavola, dal viola al rosso, al giallo: in autunno, nella piana di Navelli, si rinnova l’esperienza della raccolta e della lavorazione dello zafferano, una spezia unica, che da otto secoli tutto il mondo ci invidia.

Si ottiene dall’essicazione degli stimmi rossi di un fiore, il crocus sativus, dal caratteristico colore viola.
La raccolta dei fori di zafferano è un lavoro che si ripete ogni mattina, tra la fine di ottobre e la prima metà di novembre, per l’intero periodo di fioritura. Un’operazione che viene svolta manualmente all’alba, prima che i fiori si aprano al sorgere del sole. Si procede poi alla sfioritura, cioè all’asportazione degli stimmi che vengono messi ad asciugare mediante tostatura.

Il risultato è un prodotto di qualità eccezionale, dal profumo e dal sapore unico. Curiosità: per ottenere 1 kg di zafferano in fili occorrono circa 200.000 fiori, ma ne bastano pochissimi grammi per impreziosire e dare sapore e colore alle più prelibate ricette tipiche abruzzesi.

Proposte di Viaggio, Itinerari & Idee

Che decidiate di trascorrere nella nostra regione solo un weekend o un'intera vacanza, troverete qui spunti e suggestioni sui luoghi, le attività, i borghi e i percorsi più affascinanti per scoprire l'Abruzzo più autentico!