Salta al contenuto principale
x

Montepagano

Montepagano è un piccolo borgo storico, la frazione più antica di Roseto degli Abruzzi. Sorge separata dalla città, su una collina dalla quale il panorama che si offre allo sguardo è incantevole, accarezza le alture fino a raggiungere il mare, splendente e limpido. Il cuore medievale del borgo, che affascina il viaggiatore e lo trasporta in un tempo lontano, è il suo Castello, arroccato e ricco di opere d’arte, un vero e proprio scrigno di tesori di grande valore. Ma protagonisti qui sono i sapori: sulle colline che circondano il borgo si coltivano ulivi e vigne, che donano olio e vino rinomati a livello internazionale. Montepagano non basta guardarla: bisogna assaggiarla, viverla… lasciando che ci conquisti.

 

Provincia: Teramo

CAP: 64026

Prefisso: 085

Altitudine: 285

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.6786964, 13.9895925

In alcune stanze del vecchio Municipio di Montepagano è stato allestito il Museo della Cultura Materiale. Al suo interno sono esposti oggetti di vario genere: strumenti musicali, macchine da scrivere, libri e foto antiche, attrezzi da lavoro, sia agricolo che artigiano.

La Villa Comunale di Roseto degli Abruzzi è un classico giardino cittadino che ospita la Pinacoteca e la Biblioteca antica comunale. La Pinacoteca civica di Roseto degli Abruzzi, inaugurata nel 1982, comprende i dipinti di Raffaello e Pasquale Celommi, due pittori nativi di Roseto dell’Ottocento.

Il giardino è dotato di panchine ed è estremamente curato da un punto di vista floreale. Non c'è pavimentazione ma ghiaia quindi l'accesso alle sedie a ruota risulta alquanto disagevole.

La raccolta, inaugurata nel 1981, è ospitata al piano terra del palazzo della Villa Comunale. Il suo nucleo centrale è costituito dalle opere della famiglia dei pittori Celommi: Pasquale, il figlio Raffaello, il nipote Luigi ed il pronipote Riccardo. Sono esposti inoltre lavori di altri artisti locali.