Salta al contenuto principale
x

Vittorito

E' il comune della Comunità Montana Peligna posto più a nord; si affaccia sull'ultimo tratto del fiume Aterno ad est ed è cinto da sud ad ovest da rilievi montuosi calcarei, tra i quali svetta su tutti il M. Mentino. E' famoso per la sua tradizionale vocazione vitivinicola. Fu certamente insediato da popolazioni italiche sulle alture più strategiche come testimoniano le mura rinvenute sul Monte Castellano. Una fase italica è testimoniata anche dalle importanti strutture murarie sottostanti alla chiesa attuale di S. Michele Arcangelo. Si tratta senza dubbio di un antichissimo tempio, parte di una zona sacra di un probabile villaggio di età preromana esistente nelle vicinanze.

 

Provincia: L'Aquila

CAP: 67030

Prefisso: 0864

Altitudine: 377

POSIZIONE GEOGRAFICA

42.1267808, 13.8181093

Prossimi Eventi

Il Complesso Valvense, tra i più importanti monumenti romanici d'Abruzzo, sorge sui resti dell'antica capitale italica e comprende la Cattedrale di San Pelino, la Cappella di Sant'Alessandro, la torre di guardia, usata poi come campanile, e l'Episcopio.

The Archaeological Civic Museum "Antonio De Nino", opened in 2005 and housed in a seventeenth-century noble palace, in the medieval village of Corfinio, collects the numerous finds found in the excavation campaigns carried out in the territory of Corfinium, the ancient capital of the Italian Peoples.

Il Museo Civico Archeologico “Antonio De Nino”, aperto nel 2005 e ospitato in un palazzo gentilizio seicentesco, nel borgo medievale di Corfinio, raccoglie i numerosi reperti ritrovati nelle campagne di scavo effettuate nel territorio di Corfinium, l’antica capitale dei Popoli Italici.

Ai margini del centro antico è la Cattedrale della Diocesi di Valva, la Basilica di San Pelino. Il Complesso Valvense, uno dei più importanti monumenti romanici d'Abruzzo, sorge sui resti dell'antica capitale italica e comprende la Cattedrale di San Pelino, la Cappella di Sant'Alessandro, la torre di guardia, utilizzata solo successivamente come campanile, l'Episcopio.

Capitale dei Peligni. Già dapprima di Roma, era la 1ª capitale d'Italia, rimase capitale dei Peligni fino all'assoggettamento a Roma avvenuto prima nel III secolo a.C., tramite la Lex Iulia fu trasformata in municipio romano.Successivamente la Lex Licinia Mucia de civibus redigendis del 95 a.C. restringeva i parametri istituiti con la legge precedente. Questo fece insorgere la popolazione.

The guided Nature Reserve of the Gorges of S. Venanzio is a protected natural area established by the Abruzzo Region Law n.

La Riserva naturale guidata Gole di S. Venanzio è un'area naturale protetta istituita con legge della Regione Abruzzo n. 84. Copre un area di 1107 ettari, si colloca nel territorio del Comune di Raiano, in Provincia di L'Aquila.

Situato all’interno della Riserva Naturale Regionale Gole di San Venanzio, l’eremo si trova in una splendida posizione in quanto è collocato tra le pareti delle Gole ed è interamente circondato di vegetazione, mentre affacciandosi dall’edificio si può vedere l’impetuoso fiume Aterno che scorre nella porzione sottostante.

All'estremità nord della Valle Peligna troviamo le gole di Popoli o di Tremonti, attraversate dal fiume Pescara e Tirino.

It is one of the oldest protected areas of Abruzzo born in 1986. It extends entirely in the territory of the municipality of Popoli (Pe) over an area of about 50 hectares, to protect a clear resurgence of rare beauty originating from underground waters, which travel a journey of about a month, and a myriad of small and large pools. The surrounding shores are occupied by a thick reed bed

E' una delle più antiche aree protette d’Abruzzo nata nel 1986. Si estende interamente nel territorio del comune di Popoli (Pe) su una superficie di circa 50 ettari, a tutela di una limpida risorgenza di rara bellezza originata da acque sotterranee, che percorrono un tragitto di circa un mese, e da una miriade di piccole e grandi polle.

Un luogo di relax per ritrovare la propria forma fisica, riposarsi e stare bene.